Comparazione vocale | Trascrizioni
9
page-template-default,page,page-id-9,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-17.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

TRASCRIZIONI

Elaboro trasposizioni da inciso a scritto,  inerenti registrazioni intercettate telefonicamente o registrazioni tra presenti in stretta collaborazione con la collega Anna Grazia Improta (nella foto), esperta dei dialetti Campani. Per intercettazioni con dialogo dialettale (Dialetti della Sardegna, Sicilia, Calabria, Campania) mi avvalgo dei più preparati interpreti locali.

La legge dispone che i periti siano scelti all’interno di albi professionali. In Italia, però, non esiste un albo dei trascrittori o periti fonici dal quale attingere e allora – sempre stando al codice – bisogna scegliere una persona di particolare competenza nella specifica disciplina.

Secondo una sentenza di Cassazione, trascrivere le intercettazioni è una “mera operazione di tipo meccanico”, un riportare le parole ascoltate da inciso a scritto su un foglio. Sembra un operazione facile e semplice, di fatto non lo è assolutamente.

Va da sé che il trascrittore debba avere un bagaglio professionale più ampio e complesso rispetto all’ordinaria esperienza maturata nel settore della fonica e fonetica, più nello specifico, essere “Esperto nella tecnica del suono applicata al diritto”, così da consentire le più ampie valutazioni rispetto a coloro che ascoltano e trascrivono ciò che hanno percepito, documentando  con considerazioni scientifiche il contenuto delle proprie argomentazioni.

LA PERIZIA DI TRASCRIZIONE  è un’attività meccanica che si svolge ascoltando l’intercettazione ed effettuando la trasposizione da inciso a scritto.  In ambito giudiziario vengono spesso richiesti elaborati di trascrizione da file audio che contengono registrazioni con rumori, disturbi e fruscii rendendo  difficile la comprensione del parlato. A tal punto se il rapporto/segnale (SNR) non sia inferiore ai 10 dB, la trascrizione non potrà essere considerata fedele e attendibile.  In ogni caso è preferibile affidarsi  ad esperti tecnici del suono in grado di valutare se con particolari strumenti sia possibile ridurre il rumore e rendere più intelligibile all’orecchio umano la registrazione della conversazione intercettata.

IO UTILIZZO IL SOFTWARE SOUND CLEANER II, CHE DETENGO CON REGOLARE LICENZA. TRATTASI DI UN SOFTWARE PROFESSIONALE UTILIZZATO DA MOLTI ANNI DAI PERITI FONICI FORENSI DI TUTTO IL MONDO PER DETERMINARE IL CONTENUTO DELLE CONVERSAZIONI PAROLA PER PAROLA DI QUALSIASI TIPO DI REGISTRAZIONE RUMOROSA.

 

 

Il software Sound Cleaner II, offre maggiori possibilità per l’eliminazione dei rumori e maggior guadagno nell’intelligibilità del parlato. rendendo maggiormente comprensibile anche registrazioni con parametri  al di sotto dei 10 dB  (sotto un esempio di filtraggio)

FILTRAGGIO AUDIO PROFESSIONALE al di sotto dei 10 dB

Oltre ai metodi classici di filtraggio delle interferenze a banda larga, periodiche, tonali ed a impulso, la nuova versione di Sound Cleaner II offre nuove possibilità di rimozione del rumore quali:

  • Soppressione dei toni DTMF e delle interferenze GSM.
  • Restauro dei segnali saturati tramite il nuovo filtro di declipping.
  • Filtraggio automatico per eliminare i tipi più diffusi di rumori
  • Algoritmo migliorato per la soppressione del riverbero dalle registrazioni.
  • Sincronizzazione di due segnali tramite canale di riferimento nel caso in cui siano stati registrati separatamente.
  • Equalizzatore a 4096 bande.

Video del software con il filtraggio in corso